Obiettivi formativi

Il corso di laurea in Beni artistici e dello spettacolo intende formare un laureato in grado di operare a differenti livelli in tutti gli ambiti - fra loro anche assai diversificati - caratterizzati da attività di studio, catalogazione, conservazione, tutela, valorizzazione e promozione dei beni culturali. Ricordando il ruolo delicato che saranno tenuti a svolgere i laureati come tecnici e funzionari che andranno ad operare nel campo della tutela, valorizzazione, promozione delle arti e dei Beni culturali, il corso di laurea mira a fornire una buona formazione di base e un adeguato spettro di conoscenze e di competenze nel settore dei Beni culturali, con particolare riguardo al patrimonio storico-artistico, alle metodologie di restauro e al settore dello spettacolo. Il corso intende fornire una preparazione all'utilizzo delle tecniche d'indagine e di studio, sia nell'ambito dei beni culturali storico artistici che di quelli dello spettacolo e del cinema.
In particolare le attività del corso mirano a sviluppare una solida conoscenza complessiva delle nozioni fondamentali della storia dell'arte - dall'età medievale alla contemporanea - e delle metodologie di analisi, conservazione, tutela e promozione dei beni artistici sulla base di una formazione d'impianto storico - umanistico adeguatamente strutturata e aperta all'utilizzo di strumentazioni informatiche. Si prevede inoltre l'acquisizione da parte dello studente di specifiche conoscenze relative alla storia dello spettacolo e del cinema, intesi nel senso più lato e complessivo del termine, in modo da consentire il conseguimento di cognizioni idonee nei campi in cui la riflessione specifica sui diversi aspetti dello spettacolo s'intrecci con i saperi linguistici, letterari, artistici, antropici. I laureati saranno in grado di operare a differenti livelli e con diverse specificità nell'ambito di istituzioni pubbliche e private deputate alla ricerca storica, catalogazione, conservazione e alla promozione dei beni artistici e dei diversi comparti dello spettacolo, quali musei, gallerie e centri espositivi, teatri e case di produzione nel quadro di attività editoriali tradizionali, multimediali e telematiche e di istituzioni e imprese a vario titolo interessate alla valorizzazione del patrimonio artistico anche attraverso la realizzazione di eventi espositivi e alle attività di organizzazione e promozione delle varie forme di spettacolo.